Impianto di biogas e gestione delle biomasse

CLIENTE: SOCIETÀ AGRICOLA ASOLA GREEN POWER

Tra gli ultimi casi di successo nell’installazione di impianti di biogas da parte del Gruppo Idro, figura l’installazione dell’impianto di Digestione anaerobica di reflui zootecnici, biomasse agricole e F.O.R.S.U. per la Società Agricola Asola Green Power, azienda con sede ad Asola.

Di quale tipo di impianto si tratta?

Quello installato rientra nella categoria di impianti da 999kW alimentati da reflui zootecnici, biomasse agricole, F.O.R.S.U. e scarti di macellazione.

L’impianto realizzato e i risultati ottenuti

L’impianto, realizzato da Idroengineering, divisione di Idro Group, è stato progettato e costruito su misura per il trattamento delle biomasse e dei liquami al fine di ottenere biogas destinato alla produzione di energia elettrica e termica, pulita ed ecologica. L’impianto realizzato è composto da:

  • Sezione di pretrattamento degli scarti di macellazione e rifiuto organico da raccolta differenziata: costituita da una fase di sterilizzazione degli scarti di macellazione e una fase di pretrattamento del rifiuto organico. Gli scarti di macellazione vengono alimentati nella sezione di sterilizzazione tramite coclea e vengono quindi sottoposti ad elevate temperature (130°C). La biomassa organica invece viene inviata ad un’apposita macchina di spappolamento dove viene effettuata l’apertura dei sacchetti e la frantumazione del materiale in ingresso.
  • Sezione di alimentazione delle biomasse vegetali: costituita da container di alimentazione e dosaggio delle biomasse vegetali.
  • Sezione di alimentazione del liquame: costituita da vasca di stoccaggio miscelata e sistema di pompaggio.
  • Pretrattamento delle biomasse: la miscela comprendente scarti di macellazione, rifiuto organico, biomasse vegetali e liquame viene sottoposto a una preventiva miscelazione, dissoluzione e solubilizzazione in acqua ed un preventivo pre-riscaldamento, mediante una macchina specifica (IDROPULPER). Lo scopo della sezione è quello di ridurre la pezzatura del materiale e prepararlo in maniera ottimale alla digestione anaerobica.
  • Digestione anaerobica di tipo mesofilo a due stadi. La sezione prevede quattro digestori, due primari e due secondari. Il biogas prodotto viene accumulato in gasometri polmone sovrastanti i digestori. I digestori realizzati in cemento gettato in opera sono dotate di coibentazione per ridurre le dispersioni termiche. La miscelazione del digestato è garantita attraverso l’utilizzo di agitatori a pale. È inoltre previsto un sistema di desolforazione biologica interno al digestore per l’abbattimento dello zolfo.
  • Sezione di cogenerazione: il biogas prodotto viene inviato dopo raffreddamento in apposito gruppo frigorifero al motore di cogenerazione per la produzione di energia elettrica e termica. L’energia elettrica viene inviata alla rete mentre l’energia termica viene utilizzata per i pretrattamenti e per il riscaldamento dei digestori.
  • Sezione di separazione della frazione solida dalla frazione liquida mediante apposito separatore.
  • Sezione di compostaggio costituita da apposita corsia dotata di rivoltatore automatico.

L’impianto è completo di tutta la strumentazione, quadristica e impiantistica che lo rende automatico. Lo stesso impianto inoltre è completo di sistema di telecontrollo che consente di intervenire a distanza sulle operazioni gestionali di routine.

 

Condividi su

Impianti utilizzati

Il settore di applicazione