La fitodepurazione

Codice:
La fitodepurazione è un processo di depurazione ecocompatibile che ben si colloca in un contesto di recupero ambientale, di assenza di consumi energetici e di contenimento dei costi.
Si tratta di un sistema naturale di depurazione delle acque di scarico progettato per riprodurre i naturali processi autodepurativi in un ambiente maggiormente controllabile.

E’ costituito da un bacino impermeabilizzato riempito con materiale ghiaioso e vegetato da piante macrofite adatte.
La depurazione avviene mediante l’azione combinata di microrganismi presenti nel terreno e nelle piante, consentendo così l’umificazione della sostanza organica.
 
UTILIZZI
Trattamenti di reflui di insediamenti civili (abitativi, ricreativi quali campeggi, centri di agriturismo, centri commerciali, siti con popolazione fluttuante, ecc...), soprattutto in siti abitativi rurali e isolati per i quali non è possibile o è eccessivamente costoso l’allacciamento alla fognatura.
L’impiego dei letti di fitodepurazione, è ritenuto interessante ed auspicabile dalle normative Italiane ed Europee, in particolare da Testo Unico sulle Acque (D.Lgs. 152/06, allegato 5 - comma 3 - INDICAZIONI GENERALI: Per tutti gli agglomerati con popolazione equivalente compresa tra 50 e 2000 A.E., si ritiene auspicabile il ricorso a tecnologie di depurazione naturale quali il lagunaggio o la fitodepurazione,…)
 
FUNZIONAMENTO
Il sistema IDROFLORA offerto da Idrodepurazione utilizza un’apposita membrana in caucciù EPDM IDRO per la realizzazione dei letti di fitodepurazione (un elastomero ad alta resistenza, elastica, facilmente trasportabile e di facile posa) e un esclusivo materiale filtrante IDROFLORA-LITE che consente una riduzione dei carichi di azoto e fosforo presenti.
Idroflora è un sistema innovativo che sostituisce la depurazione e la subirrigazione tradizionali, assicurando la salvaguardia dei terreni, delle falde e delle acque superficiali.
Gli impianti sono dimensionati in base al numero di abitanti equivalenti, alla dotazione idrica giornaliera e all’assorbimento medio previsto per piante idrofile.
 
I VANTAGGI DI IDROFLORA
Il sistema di fitodepurazione Idroflora:
  • utilizza letti assorbenti di concezione innovativa
  • non ha consumi energetici e parti elettromeccaniche
  • ha bassi costi d’investimento e di gestione e manutenzione
  • è in grado di sopportare variazioni del carico idraulico ed organico
  • consente di avere rigogliose macchie di verde in ogni stagione, minimizzando l’impatto paesaggistico e le condizioni di disturbo del vicinato
  • tutela le acque sotterranee
 
PRETRATTAMENTI
Sono consigliati pretrattamenti di disoleazione e sgrossatura che potranno essere forniti a corredo dell’impianto.
Le acque di scarico provenienti dalle cucine delle abitazioni, piccoli ristoranti, saranno inviate ad appositi degrassatori per la separazione degli oli e dei grassi. Gli scarichi dei servizi igienici affluiranno invece in vasche tipo imhoff.
In queste vasche avviene la decantazione delle sostanze solide e la digestione anaerobica dei fanghi (ad opera di batteri che si sviluppano e vivono in assenza di ossigeno) assicurando l’abbattimento del 95% delle sostanze decantabili presenti nei liquami domestici.
Le vasche potranno essere realizzate in polietilene o in calcestruzzo armato monoblocco o ad anelli componibili.
 
FITODEPURAZIONE
I sistemi di fitodepurazione a flusso sub-superficiale si suddividono in due tipi:
  • letto a flusso orizzontale (LFGO), consigliato per l’affinamento del refluo in grandi impianti;
  • letto a flusso verticale (LFGV), adatto nella quasi totalità delle situazioni specialmente in caso di monoutenze.
Con un numero di abitanti equivalenti importante (oltre i 50/100) viene consigliato l’uso dei due sistemi integrati, verticale per la prima ossidazione e orizzontale per l’affinamento.
L’acqua viene distribuita sulla superficie interna del vassoio di fitodepurazione in modo che attraversi gli strati di materiale filtrante di varia pezzatura, compreso quello di IDROFLORA-lite.
Il sistema IDROFLORA è dimensionato tenendo conto di una superficie minima di 2 mq/AE fino a un massimo di 4 mq./AE.
 
ESSENZE DI PIANTE PIU’ INDICATE
La scelta delle piante da utilizzare deve essere effettuata tenendo conto della:
  • capacità di assorbimento delle differenti specie
  • ecologia delle differenti specie
  • compatibilità di queste con l’ambiente e loro disponibilità sul territorio.

ARBUSTI 
Ligustrum
Aucuba Japonica
Bambu’
Calla,Calycanthus Fl.
Canna Indica
Cornus Alba
Cornus Florida R.
Cornus Stolonifera
Kalmia Latifolia
Cotoneaster Salicifolia
Cotoneaster Franc.
Lauro Cerasus
Sambucus Nigra
Sambucus Canadensis
Thuya Canadensis
Spirea Salicifolia
Phragmites Communis
Schoeuoplectus Cacustris
Sale di palude
Ceanothus
 
FIORI
Astilbe
Aruncus Silvester
Felce Aspidia
Felce Osmunda
Chondrus Crispus
Iris Pseudoacorus
Iris Kaempferi
Lytrum Officinalis
Nepeta Mussini
Lysimachia
Elynus Arenarius
Petasites Officinal.
Filipendula
 
PIANTE ACQUATICHE 
Acorus calamus
Ceratophyllum
Myriophyllum
Ninfea Alba
Eichornia
Elodea Canadensis
Salvinia natans/auricolat.
Lemna
Categoria

Recupero e riutilizzo acqua IMPIANTI DI FITODEPURAZIONE

Galleria fotografica
  • La fitodepurazione 0
Divisione

ic-depurazione.gif

Download & share

Via Comina, 39 - I - 20831 Seregno - Monza Brianza - Italy | P.IVA: 00762220960 - C.F. 03768380150 | info@idro.net