Recupero acque grigie: l'erba può crescere senza farti rimanere al verde

Il recupero delle acque grigie è la scelta giusta per tutelare l’ambiente e lo sport, curare i risparmi ed il futuro del pianeta.


Un’estate secca, bevuta dai nostri campi da calcio

Un'altra estate di calcio è alle porte, tra le fasi finali dei campionati nazionali e l’inizio degli Europei. Un'estate che arriva dopo che il 2015 è stato l'anno più caldo della storia e con il 2016 che, secondo alcune previsioni, potrebbe batterlo.

Che c'azzecca il calcio con il caldo?

In Italia ci sono oltre 12 mila i campi da gioco, di cui almeno 8mila 600 in erba naturale**.

Nei mesi estivi il manto erboso in estate richiede tra i 3,8 e i 5 cm di acqua alla settimana, quindi in un clima “normale” in Italia almeno due irrigazioni. Stiamo parlando di 190m3 di acqua ogni sette giorni, secondo la allianceforwaterefficiency.org.***

Ogni partita di calcio coinvolge almeno una trentina di persone in campo, che consumano acqua per lavandini e docce, usandone almeno 50 litri a visita. 30 persone, per 50 litri, sono 1.5 metri cubi di acqua che potrebbe essere riutilizzata, opportunamente trattata, per innaffiare il campo sportivo. Si tratta di acque grigie che possono rendere il nostro campo più verde.

Non c’è solo il riutilizzo dell’acqua che viene consumata. Alla base di tutto c’è il risparmio, con la regolazione dei flussi di acqua delle docce a 10 litri al minuto (in molti casi sono a 18-20 litri al minuto), l’installazione di doppi pulsanti al Wc, l’utilizzo di urinatoi, e (sebbene più complesso) il recupero delle acque piovane.

Un impianto di recupero delle acque grigie è un investimento sul futuro, non solo dal punto di vista della sostenibilità, ma soprattutto dal punto di vista economico. L’acqua è una risorsa preziosa, che non si può trattare come se fosse inesauribile: necessita risparmio e attenzione. Il recupero delle acque grigie è la scelta giusta per tutelare l’ambiente, il portafogli, lo sport più bello del mondo e il futuro di questo pianeta.

*bottiglie da 0,5l
**Rapporto calcio 2015 e Censimento calcio 2010 della Federazione italiana gioco calcio
***http://www.allianceforwaterefficiency.org/1Column.aspx?id=1000&terms=soccer

 

Come riutilizzare le acque grigie per dare da bere al manto erboso?

IL SISTEMA IDROCELL PER IL RECUPERO DELLE ACQUE GRIGIE

Le acque grigie sono quelle acque utilizzate per la doccia e per i lavabi che, se opportunamente trattate, possono essere impiegate in tutta sicurezza per l’innaffiamento e la pulizia del vostro centro sportivo.

Visualizza il sistema IdroCell 

o contatta subito Idrodepurazione al numero di telefono 0362.2751.1

Maggiori informazioni su acquegrigie.idro.net
  acque grigie recupero sport calcio europei